Articoli

Pubblicato il PNA 2019

Taglio rivoluzionario per il PNA 2019 , nuova gestione del rischio con indicazione delle aree da focalizzare per l’individuazione dei processi da mappare.

Vi allego gli allegati, ed attenzione al focus sull’antiriciclaggio  ed al REGISTRO DEI RISCHI contenente  le politiche di mitigazione dello stesso.

 

 

 

 

Scadenze e procedure !!!! RASA e whistleblowing

Un consiglio, se non volete vivere nell’emergenza gli adempimenti fateli leggendo le mie news e non aspettando i solleciti dei vari sindacati ed associazioni.

Solitamente avviso con un anno di anticipo, anzi per il RASA è stato raccomandato  anni addietro ,

scusate lo sfogo

Chi è il RASA ? E ‘ colui che gestisce anagarficamente l’AUSA !!!!!

Identificato in ? nell PA a struttura semplice è solitamente il RL . In quelle complesse è scelto tra i RUP, anche per motivi di economia gestionale, infatti così facendo si aggiunge un profilo piuttosto che un RUOLO .

Procedura iscrizione :

1) si va in https://servizi.anticorruzione.it/ e si inseriscono i dati del RUP

2) crea nuovo profilo

3) in tipologia del soggetto rappresentato scegliere AMMINISTRAZIONE O SOGGETTO AGGIUDICATORE

4) spuntare RASA

5) rispondere alle domande ( basta solo il CF della PA )

6) validate la PEC se richiesto.

 

SCADENZA della redazione del PTPC

Occorre aggiornare il PTPC , vi invito a leggere i PNA in particolare :

  •   IL 2014 per i principi generali di analisi del rischi
  • Il 2016 ( delibera ANAC 831 ) per Istituzioni Scolastiche , Ordini Professionali, Sanità

Si ricorda che per le ISA i RPC è il DG dell’USR, quindi attende direttive , infatti alla PARTE SPECIALE, Titolo IV, Par 1 , pag 56 è chiarmaente indicato.

Tutela del segnlatore di illeciti, il WHISTLEBLOWER.

Quanta confusione !!!

La recente modifica alla disciplina del WHISTLEBLOWER tocca maggiormente LE AZIENDE PRIVATE, infatti ha modificato l’articolo 6 del D.lgs 231/01, per il pubblico resta il vigore l’articolo 54 bis del D.Lgs 165/01, vi allego il modello da tempo presente in ANAC. Le procedure alternative devono essere gestire dal RPCT.

 

Il  miglior presidio resta un buon codice di comportamento ex DPR 62/13.

20160224_segnalazioni_illeciti_WB

 

 

 

 

ANNO ZERO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

COme ricordato nei precedenti POST con l’entrata in vigore del DPCM 3/12/13, prodromico al DPCM 13/11/14 cambierà completamente il flusso lavorativo nelle PA.

Il lavoro da fare consiste in una riorganizzazione olistica dei flussi documentali e procedimentali.

E’ evidente che occorrono competenze trasversali nelle seguenti materie :

– Archivistica
– Corretto trattamento dei dati ( D.Lgs 196/03 )
– Trasparenza amministrativa tradizionale ( L. 241/90 )
– Trasparenza amministrativa avanzata ( D.Lgs 33/13 )
– Codice dell’amministrazione digitale ( D.Lgs 82/05 e D.Lgs 235/10)
– Procedure della PA ( DPR 445/00, D.Lgs 165/01, D.Lgs 163/06, DPR 207/10, NORME UNI ISO 27001 e 3100) .

L’invito è quello di non affidarvi a prestatori di servizi non qualificati che non farebbero altro che dequalificarvi il processo documentale ( e decisionale ) .

Sarebbe il caso di dare una rilettura al manuale ” L’ORECCHIO E L’EVOLUZIONE DELLE SPECIE, DALLA PA ALLA e-P.@” scritto nel 2007 da Elisa Carotenuto e Vincenzo De Prisco.

Si ricorda che lo scrivente :

*  ha dato notevole impulso all’utilizzo della firma qualificata ed alla PEC nelle PA

* è iscirtto all’albo degli esperti del Dipartiemento delle Funzione Pubblica

* è iscirtto nell’elenco dei consulenti della FormezPA

* fa parte del forum permanente sulla conservazione digitale del DigitPA.

Per qualsiasi informazioni chimate al n. 3389141276, vincenzo de prisco.

 

 

 

Scadenza COMPLIANCE 31/01/2014

Si avvicina la scadenza che per la prima volta vede le PP.AA. obbligate ad un’adempimento compliance.

Entro il 31/01/2014 (termine ordinativo e non perentorio) occorre redigere i piani triennali derivanti dal D.lgs 33/13 ( la nuova trasparenza partecipativa) e dalla L. 190/12 (anticorruzione).

Per adempiere occorre sistemare tutte le procedure già vigenti ( art 53 e 54 D.Lgs 165/01, art 3 co 35, 125 co 10 D.lgs 163/01, etc etc etc).

Il costo per l’adempimento è pari ad € 2500.00 oltre spese ed iva.