Le solite scadenze…il solito SUPPORTO

Entro la fine di Marzo occorre comunicare gli obiettivi di accessibilità per il 2021.

Come sempre consiglio di non strafare sugli obiettivi (che devono essere rendicontati) e scrivere solo quelli RAGGIUNGIBILI.

Qualche consiglio : Viste le scadenze del 07/06/2021 sarebbe meglio puntare sull’accessibilità dei documenti per evitare che tutti i piani del GDPR e dell’eIDAS siano poi fallaci, quindi formazione sarà da aggiungere agli obiettivi da raggiungere come anche il rifacimento del sito web se è stato programmato.

In breve i passi da seguire :

puntare su accessibilita.agid.gov.it e cliccare su ACCEDI al SITO

A questo punto inserire le credenziali

e selezionare SCRIVI GLI OBIETTIVI di ACCESSIBILITA’

Da questo punto in poi è tutto molto intuitivo ma come sempre resto a vostra disposizione, i contatti utili sono :

Dott.De Prisco cell 3389141276 Dott.ssa Carotenuto 3382797858

ALCUNE RACCOMANDAZIONI per il 2021.

  • L’adempimento deve essere integrato nel piano di redazione dei documenti con le nuove regole tecniche dell’articolo 71 del CAD e con il nuovo articolo 13 bis del CAD .
  • tenete sempre presente l’articolo 23 ter comma 5 bis del CAD per l’efficacia ab origine dei documenti amministrativi
  • qui trovate una bozza per la nomina del responsabile dell’accessibilità

Richiesta chiarimenti FEDERAZIONE RINASCIMENTO ITALIA.

Stanno arrivando diverse richieste di informazioni alle ISA da parte di F R I.

L’accesso ai dati ed ai fatti delle pubbliche amministrazioni è quasi sempre consentito, l’accesso alle politiche di gestione NO. Le richieste andrebbero rigettate ai sensi dell’articolo 24 comma 3 della L. 241/90.

per quanto riguarda le politiche sulla tutela dei dati USA vi rimando al PRIVACY SHIELD con un paio di post

Un po’ di chiarezza sulla scadenza del 28 febbraio. DL 76/20.

Nei piccoli Enti Locali in questi giorni si vive molta ansia e trepidazione per la scadenza dei servizi digitali del 28 Febbraio 2021.

A contribuire, oltre alla confusione del legislatore, c’è la spinta delle SH per gli acquisti di prodotti con prezzi FUORI MERCATO.

Pensa sia necessario distinguere le due scadenze, quella del BANDO per il FONDO INNOVAZIONE e quella del legislatore .

IL DL 76/20 al comma 1 quater dell’articolo 24 dice che ….LEGGETE BENE……..

1-quater. I soggetti di cui all’articolo 2, comma 2, lettera a), rendono fruibili tutti i loro servizi anche in modalita’ digitale e, al fine di attuare il presente articolo, avviano i relativi progetti di trasformazione digitale entro il 28 febbraio 2021.

E’ chiaro che entro il 28 Febbraio occorre fare un piano VERITIERO e non AZZARDATO dei servizi che si vogliono portare on-line.

E’ parimenti chiaro che nessuna norma obbliga a portare i servizi ON-LINE entro il 28 Febbraio.

EBBENE!!!!!…..le software house stanno utilizzando questo EQUIVOCO, certamente in buona fede, per spingere a fare tutti gli adempimenti per il FONDO INNOVAZIONE entro il 28 Febbraio, salvo poi sentirsi dire che per motivi non derivanti da loro non potrà essere possibile (è vero l’AGID non riesce ad allineare tutte le richieste).

Cosa rischiamo se non rendicontiamo entro il 31 marzo a PAGOPA gli adempimenti del 28 febbraio ?
A breve arriverà una sorpresa, qualora non dovesse arrivare non andrà perso tutto il contributo ma solo la tranche del 20 %, quindi bisognerà spostare tutta l’attenzione sulla seconda rendicontazione, quella del 31/12/2021, e qui viene il bello.

Regioni e Province si stanno adoprando per dare in uso le loro applicazioni ed infrastrutture, paradossalmente non aderendo alle proposte commerciali delle software house e non rendicontando al 31 Marzo, si darà tempo agli enti di traslare sulle soluzioni condivise con un saldo da parte di FONDOPA molto più vantaggioso per i Comuni.

Chi ci perde ? le software house che si sono comportate da sciacallo.

ATTENZIONE : PER QUALCHE DRITTA SUI SERVIZI DA TRSLARE IN DIGITALE E SUL PIANO DA SCRIVERE POTETE CONTATTARMI.

VINCENZO.,

ATTENZIONE per gli INFORMATICI. Il VIRUS RAZZISTA.

Da napoletano devo dire che lo schifo raddoppia. Attenzione a questo attacco.

Vi rimando all’alert del servizio CERT di AGID. Da comunicare agli uffici sicurezza informatica.

https://cert-agid.gov.it/news/il-ransomware-razzista/

La rotazione negli appalti pubblici e gli affari di famiglia.

Del principio di rotazione ne abbiamo sentito parlare tantissimo, ma la sentenza qui trattata , n. 193 del 2021 TAR Lecce entra meglio nella sostanza di alcuni malaffari.

Si tratta del ricorso di un terzo classificato ( poi secondo) avverso l’aggiudicatario in quanto pur essendo giuridicamente soggetto diverso dall’operatore uscente nella sostanza rappresentano lo stesso centro decisionale, dettagliatamente, l’uscente Euroglobal Multiservice soc. coop. ha lo stesso indirizzo ed anche lo stesso recapito telefonico dell’aggiudicatrice Soc.Coop. Euroglobal a r.l., inoltre i RL sono coniugi e risiedono nello stesso luogo.

Questo è bastato a dare una nuova visione (di sostanza) al principio di rotazione. Sono affari di famiglia….

Appresso il link con la sentenza

Fondo innovazione PAGOPA, scadenza del 28 Febbraio.

Le operazioni di rendicontazione (la prima e la seconda) dovrebbero essere effettuate con il supporto dei partner, qualora non accadesse proviamo a capirci qualcosa assieme….

per il post completo cliccate qui

A volte ritornano- la causa C-311/18

Qualcuno sta creando molta confusione (soprattutto nelle scuole) per la causa C-311/18.

Non mi dilungo e vi lascio la tranquillità e gli strumenti riportando un vecchio POST.