Obbligo della conservazione sostitutiva delle fatture e dei contratti

Quali sono gli obblighi per la conservazione dei documenti informatici ?

Gli obblighi per la conservazione dei documenti informatici incombono sul responsabile della conservazione che ha il compito di:
• attestare il corretto svolgimento del processo di conservazione;
• gestire il sistema nel suo complesso e garantire l’accesso alle informazioni;
• verificare la corretta funzionalità del sistema e dei programmi utilizzati;
• predisporre le misure di sicurezza del sistema, al fine di garantire la sua continua integrità;
• richiedere la presenza di un pubblico ufficiale nei casi in cui è previsto il suo intervento;
• definire e documentare le procedure da rispettare per l’apposizione della marca temporale;
• verificare, con periodicità non superiore ai cinque anni, che i documenti conservati siano leggibili provvedendo al riversamento diretto o sostitutivo.

Oggi le PA ( a dire il vero dal 2006) hanno l’obbligo della conservazione sostitutiva dei documenti informativi.

Recentemente alcune norme hanno reso cogente la problematica della conservazione a norme, in particolare :

–          DM 55/13 ( con l’introduzione dell’articolo 17 ter al DPR 633/72)

–          L’articolo 11 comma 13 del codice degli appalti.

La soluzione:

Come sempre la soluzione della CA è combinata tra :

–          La formazione teorica

–          La formazione tecnica

–          L’impianto infrastrutturale

–          L’assistenza trasversale continua

Le referenze :

Il dott De Prisco è :

  • iscritto all’albo dei professionisti abilitato del Dipartimento della Funzione Pubblica
  • Presidente OdV di diverse multinazionali
  • Responsabile appalti ed anticorruzione di diverse ASL, diversi Enti Locali, diverse Municipalizzate
  • Autore de “ L’orecchio e l’evoluzione della specie” trattato sul D.Lgs 82/05

La Consulenti Associati è “Top Partner” di ARUBA PEC SPA, ente accreditato alla conservazione dal DigitPA.

 

I COSTI :

Chiamatemi per preventivi .

I Costi d’impianto e di formazione iniziale sono frazionabili su richiesta.

 

 

 

 

Quali_sono_gli_obblighi_per_la_conservazione_dei_documenti_informatici.pdf

RICOGNIZIONE AL 30/04/2015.

Riporto la notizia del MEF – CERTIFICAZIONE CREDITI.

Si informa che la Comunicazione dei debiti certi, liquidi ed esigibili, maturati alla data del 31 dicembre 2014, che non risultano estinti alla data della comunicazione stessa – in adempimento a quanto prescritto dall’art. 7, comma 4-bis del DL 35/2013 – viene assolta dall’immissione nella Piattaforma per la Certificazione dei Crediti delle fatture riferite a tali debiti e dalla relativa comunicazione di scadenza. Si informa, altresì, che da oggi la Piattaforma consente alle Amministrazioni debitrici di effettuare la Comunicazione di assenza delle posizioni debitorie con riferimento ai debiti certi, liquidi ed esigibili, maturati alla data del 31 dicembre 2014. La funzione è disponibile dal menu Ricognizione debiti > Comunicazione di assenza di posizioni debitorie.

DATA 13/04/205.

Versamento dell’IVA per lo SPLIT PAYMENT.

Il 16 Aprile ci sarà il primo termine per il versamento dell’IVA da parte dell PA che hanno ricevuto fatture dal 01/01 al 31/03.

Ricordo che la periodicità sarà ora mensile.

Per il foglio di calcolo ed altre notizie vi rimando al post appresso linkato.

CODICE TRIBUTO e PRASSI dell’articolo 17 TER ( S.P.)

 

Regolamento del repertorio

Si allega un modello base per la registrazione dei contratti.

Si ricorda che la disciplina della registrazione per quanto riguarda gli importi deriva dalla volontà della PA.

 

regolamento.docx

LA RIFORMA DEGLI APPALTI

LA RIFORMA DEGLI APPALTI.

 

La modifica al codice degli appalti che verrà discussa salvo imprevisti entro fine aprile risulta davvero imponente ed ambiziosa, vediamo i punti cardine del testo in esame.

  • SEMPLIFICAZIONE – Drastica riduzione degli articoli del codice, passeranno dagli attuali 650 ( codice e regolamento) a 250.
  • RAFFORZAMENTO ANAC – All’ANAC verranno attribuiti nuovi poteri, ad esempio la redazione delle pagelle per le SA, rating reputazionale per le imprese, obbligo del precontenzioso alla lite che diviene altresì vincolante.
  • PAGELLA PA –  L’ANAC tenendo conto di fattori strutturali ed organizzativi della PA darà un punteggio alle SA sulla gestione delle gare, presumibilmente l’attenzione sarà focalizzata sull’articolo 271 del regolamento, sulle commissioni del codice, sui metodi di comparazione con sistemi scientifici, in estrema sintesi i grandi “disattesi” del codice.
  • PAGELLA IMPRESA – L’ANAC redigerà anche una pagella per l’impresa che sarà valutata in funzione dei ricorsi temerari al TAR e dell’abuso all’utilizzo delle varianti in corso d’opera. La pagella assieme al RATING di LEGALITA’ ex art 5 ter del DL 1/2012 saranno fondamentali per la qualificazione delle imprese.
  • GARE ( PROGETTAZIONE) – Eliminazione del criterio del massimo ribasso per le gare di servizi ad alta intensità di lavoro.

Questi sono solo alcuni punti della “rivoluzione” degli appalti, L’ Istituto Italiano per l’Anticorruzione seguirà le PA e le imprese al cambiamento.

 

LA_RIFORMA_DEGLI_APPALTI.pdf