INCONTRO IC PIANO DI SORRENTO

Presentazione PP della giornata dedicata al DPR 207/10 IC Piano di Sorrento

il contenuto della presentazione senza il commento del relatore può essere fuorviante
vogliate tenerne conto

nuovologositoelisa

Anagrafe delle PRESTAZIONI

perlapa

Buongiorno a tutti, inziamo a trattare l’anagrafe delle prestazioni che da quest’anno sarà gestito dal portale accentratore del DFP PerlaPA.

Sono destinatari dell’adempimento le PA elencate nell’art 1co 2 del D.lgs 165/01,  l‘obbligo di comunicazione  è invece imposto dall’art 53 .

 

Analizziamo le scadenze :

Entro il 30 aprile di ogni anno tutti coloro (soggetti pubblici e privati) che erogano compensi a dipendenti pubblici per incarichi diversi sono obbligati a comunicarne l’ammontare all’amministrazione pubblica di appartenenza . Gli importi sono riferiti all’anno solare precedente.

Entro il 30 giugno le PP.AA. comunicano tramite PerlaPA gli incarichi autorizzati  ai propri dipendenti o direttamente conferiti nell’anno precedente. (ONERE DEL RPD)

Entro il 30 giugno le PP.AA. comunicano gli incarichi conferiti a soggetti estranei all’amministrazione pubblica nel periodo 07-12 dell’anno precedente tramite PerlaPA. (ONERE DEL RPC)

Entro il 31 dicembre le PP.AA. comunicano gli incarichi conferiti a soggetti estranei all’amministrazione pubblica nel periodo 01-06 dell’anno in corso tramite PerlaPA. (ONERE DEL RPC).

Iniziamo ad analizzare la nuova terminologia derivante dai nuovi soggetti tralasciando le unità organizzative fittizie

Responsabile Procedimento Consulenti –> RPC

Responsabile Procedimento Dipendenti –> RPD

Queste due figure sono abilitate dal RPPA (Responsabile Perla PA) che è colui che si interfaccia la prima volta in piattaforma, ritengo opportuno sottolinerare che il RPPA è la figura tradizonalmente individuata come responsabile del procedimento amministrativo generale, e che quindi a differenza del Responsabile Unitario del Procediemnto (codice dei contratti) non c’è discrezionalità nella scelta, deve essere il R.l. dell’amministrazione (per le ISA Consiglio un’attenta lettura al DM 190/95 per le altre amministrazione la lettura dell’art 4 L. 241/90).

Per la designazione delle figure RPC e RPD vige il principio generale di scegliere tra coloro in ruolo se competenti altrimenti dal personale in servizio  e comunque le due figure non possono degenerare nella stessa persona.

Esempio dell’inserimento di incarico ai dipendenti .

L’utente individuato ed autorizzato dal RPPA sarà loggato ed indirizzato sulla prorpia area di competenza (RPD o RPC).

 

perla2

 

* Inserire data autorizzazione o data conferimento incarico dipendente PA ( propria o terza amministrazione dello Stato,proprio o terzo ufficio dello  Stato).

perla3

 

 * cercare con codice fiscale il dipendente

perla4

 I passaggi successivi sono immediati ed intuitivi, nello stesso modo si procede per l’inserimento degli incarichi da parte del RPC, occorre fare attenzione a :

–  non inserire più incarichi nello stesso semestre / anno

–  non confondere dotazione con servizi
ESEMPIO: SICUREZZA srl emette fattura cosi strutturata :

– consulenza sulla 626/94 €  1500.00
– fornitura di armadietti conformi con farmaci € 500.00

Ai fini delle prestazioni da comunicare al DFP occorre denunciare solo la prestazione e non la cessione di un bene reale.

 

– Ancora , collegando l’anagrafe delle prestazioni con il D.Lgs 150/09 per quanto riguarda il Piano Triennale della trasparenza è evidente  che tra le prestazioni non rientrano più solo quelle di intelletto (affidamento ai sensi dell’art 7 co 6 165/01 comb 2222 c.c.) ma anche le forniture di servizio , ai fini di una visione più amplia, non limitata all’art 53 165/01 (anagrafe prestazioni ) sarà nostra cura :

– per gli incarichi ai professionisti od assimilabili verrà fatta solo ed esclusivamente la denuncia al PerlaPA

– per i contratti di servizi preventivamente andrà chiesto il CIG, poi denuncia al PerlaPA da parte del RPC.

 

L’utilizzo della procedura mi sembra piuttosto semplice anche se con curva di apprendimento elevata, in caso di problemi resto ovviamente a disposizine di tutti voi.

 

Vincenzo.

 

 

 

Norma istitutiva SCUOLE PERLA

Ai fini del censimento sul sistema PERLAPA.GOV.IT non occorre inserire la norma istitutiva originaria dell’ ISA, basta inserire l’inquadramento previsto dalla norma del riordino dei cicli istruttivi, dettagliatamente la norma del riordino è la

 

L. 30 del 10/02/2000

 

Scuola dell’infanzia –> art 2 c.1

Istruzione di base –> art 3 c.1

Istruzione superiore –> art 4 c.1

 

Solo per i comprensivi inserire gli estremi della L. 91 del 31/01/94 art 21 c.4

 

Nei prossimi giorni ci saranno le dispense per l’anagrafe delle prestazioni …. sarà DURA.

Vincenzo

NUOVO DURC NUOVO CIG….UNA FIGATA

Come gia’  da tempo anticipato l’8 giugno l’utilizzo del DURC permetterà di attuare gli artt. 4 e 5 del DPR 207/10, tra qualche giorno, precisamente il 28 maggio anche l’antipaticissimo semaforo giallo dello SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE diverrà verde e verrà attuato per la prima volta, anche se in forma spuria, l’istituto del c.d. GLIFO del nuovo CAD ( articoli toccati 20 -23 quater del D.Lgs 82/05 modi D.Lgs 235/10) per la verifica dei documenti “ab origine” digitali poi stampati.

LA procedura del DURC tornerà ad essere quella rigida, dunque fino a quando non abbiamo il via libera dai revisori chiederemo il DURC ad ogni tappa degli acquisti di beni, servizi e per la realizzazione dei lavori, inoltre come già detto potremo trovarci nella situazione di trattenere fondi per sanare una situazione previdenziale e/o assicurativa dell’appaltatore (art 4 DPR 207/10) od anche retributiva dell’appaltatore nei confronti dei propri dipendenti (art. 5 DPR 207/10).

 

Ora la bella notizia……..

Ho utilizzato la procedura per lo SMART CIG, una figata, viene rialsciato il CARNET con 50 cig da attribuire direttamente agli appaltatori, laprocedura è di immediato utilizzo, ma per favore (e non smettero mai di dirlo) non utilizzato PROCEDURE APERTE o RISTRETTE (siamo controllati) ma acquisizione di beni e servizi ( o realizzazione di lavori) inferiori ai 20.000 € ed lavori in economia per affidamento diretto (o procedura negoziata come qualcuno si uccide a dire, vi ricordo sempre di leggere il codice degli appalti, i lavori in economia per affidamento diretto sono una procedura negoziata), inoltre il gestionale SMART CIG di default (poichè presume vecchi carichi di lavoro da smaltire) utilizza ancora (od anche) la vecchia terminologia (asta pubblica, licitazione e tratattiva  etc ect).

Saluti V.

Incontro di RETE 090511

Spett.le Ds et DSGA

 

Il giorno Lunedi 9 Maggio 2011 ci sarà un importante incontro di rete a Casola di Napoli alle ore 9.30, siete pregati di essere puntuali, gli argomenti saranno :

– Art 4 DPR 207/10 (in vigore dall’8 Giugno)

– Procedure du acquisto

– Nuovo CIG e Nuovo DURC

– Nuovo cottimo fiduciario (in vigore dall’8 giugno)

– Il futuro della rete scoalstica

– Non solo PON, Fondo pari opporunità, Fondo Immigrazione, Fondo sport diversamente abili.

 

Venite tutti….. e puntuali.

Saluti

V.

 

 

CARNET CIG, CIG DERIVATO…..

Notizie FLASH:

 

* DAl 2 maggio possiamo aderire al servzio SMART CIG, una procedura che ci permette di chiedere preventivamente fino a 2 blocchi di CIG, per l’utlizzo seguire questo link, comunque riportato anche nel cruscotto dei servizi del sito CA-CAMPANIA. Utilizzare le ceredenziali SIMOG.

* Per la richiesta del CIg derivato possiamo utilizzare sia la procedura classica che lo SMART CIG (in linea generale in nessun caso le due modalità si escludono) ed inserire in modalità di realizzazione l’opzione contratto d’appalato discendente da accordo / convenzione senza confronto , valorizzando la casella successiva che permetterà al sistema di legare l’accordo ministeriale con le nostre spese, nulla cambia per il resto.

Ora tralasciando i FLASh dobbiamo iniziare a discutere seriamente del DPR 207/10, in particolare dell’art 4, che sarà in vigore tra poco più di un mese e delle modalità di gara.

Visti i nuovi FESR, l’ulteriore raccomandazione dell’Autorità di Vigilanza Contartti Pubblici sull’utilizzo di Procedure aperte e ristrette, di concessione dei servizi e di altre cavolate che si scrivono quando si preparano bandi e si chiedono CIG credo che sia il caso di adeguarci seriamente all’art 125 del codice contratti e di utilizzare termini e procedure corrette (soprattutto per i requisiti tecnici degli operatori) nonchè iniziare a studiare le procedure di postinformazione (che legano in maniera intima il D.lgs 163/06, IL DPR 384/01, il DPR 384/01 ed Il D.Lgs 150/09-BRUNETTA) .

Ancora vi ricordo (visto che ultimamente passo il mio tempo a telefono a dire…..VAbbè fate quello che volete voi) che le norme sono chiare, scritte e reperibili , che nessuno è più bravo degli altri e che se vi scrivo la norma di riferimento è perchè anche voi possiate farvi un’idea.

Per concludere:

*  dal prossimo anno scolastico chi ha aderito ad uno solo dei miei servizi pagherà separatamente la consulenza sulle procedure di acquisto di beni e servizi, gli altri l’avranno compresa nel pacchetto.

* oltre ai PON ci sono diversi altri bandi (pari opportunità e FEI) da sfruttare

Attendo notizie per preparare sul territorio incontri informativi ( sul nuovo DURC art 4 DPR 207/10 in particolar modo) con le diverse associazioni di categoria.

Ciao v.